Vai al contenuto

logo2.png

AMERICAN FUGITIVE

La traduzione e quasi arrivata al termine... siete pronti a godervelo durante le feste?

American.png

LEGGI LA DISCUSSIONE

CoccoLoco CoccoLoco
NOTIZIE DA GAMES TRANSLATOR:
  • NOTIZIE DAL SITO:
  • 18-11-2020 - Traduzione American Fugitive - meno di 1000 righe per completarla.
  • 13-11-2020 - La traduzione This is the Police - verrà ripresa appena finisco AMERICAN FUGITIVE
  • 10-10-2020 - HACKNET traduzione IN CODA...

Reign: Conflict of Nation

   (1 Recensione)

1 Screenshot

Informazioni su questo file

Installazione Traduzione:

Scaricare e scompattare allegato, aprire la root principale del gioco e aprire la cartella " Data/Texts" e copiare all'interno il file " Texts.htt "

Lanciare il gioco e goderselo in ITALIANO

  • Thanks 1



Feedback utente


CoccoLoco

   1 di 1 utente ha trovato utile questa recensione 1 / 1 utente

Ricordiamo che è un gioco della 1C, casa russe, che sforna spesso giochi con ottime idee e meccaniche di gioco, ma spesso minate da interfacce poco intuitive e menù di scelta (come quello del multyplayer di man of war) poco immediati...insomma non è cambiato nulla dalla filosofia di base degli armamenti sovietici 

l'ambientazione è l'europa orientale (da Stettino fino al Volga bulgaro se non sbaglio e dalla Svezia al mar nero, inclusa l'ungheria) a cavallo tra 1350 e 1650, l'ambientazione a mio parere è uno dei suoi punti forti, perchè molto trascurata dai titoli occidentali, non solo l'oriente ma anche i secoli '400-'500-'600.

Passiamo alla grafica:
-la grafica dell'interfaccia è fantastica, con cento richiami alle miniature medievali, arazzi, architetture delll'est europa, è molto evocativa e dai colori azzeccati
-la mappa e le unità non sono niente male ma la scala della mappa frustra un pò (ne parliamo dopo)
-deludono i segnalini che identificano le unità/edifici/ricerche tecnologiche...molto scarni, nonostante il loro generoso numero!

il gioco è un'enorme remake del grande Knight of Honour, gioco che non ha ottenuto il successo meritato  la sua formula di gioco era quella vincente! Uno strategico/gestionale di stati medievali in tempo reale, in cui gran parte delle azioni del giocatore venivano esplicate attraverso personaggi della corte. Lo stesso lo troviamo qui! Abbiamo addirittura il monarca che è diventato un personaggio spostabile sulla mappa (che funge sia da governatore che da generale, starà a voi personalizzarlo). Inoltre abbiamo il governatore, la spia, il comandante, il sacerdote, l'alchimista (uno scienziato) che guadagnano livelli di esperienza e sbloccano ebilità attivabili dal gicoatore. Invece mercanti ed ambasciatori hanno una sola abilità (aprire una rotta commerciale/preparare un negoziato) e sono "mono-uso".

fino ad ora tutto rose e fiori...ora passiamo alle pechè, che sono ciò che rende RCoN alienante a volte rispetto a KoH.

-interfaccia spesso poco chiara:
esempio mancanza totale di una schermata generale del bilancio! esiste al massimo il bilancio delle singole città, poi dovremmo sommare da noi...insomma per ogni risorsa (oro, grano e conoscienza) non esiste alcun modificatore a scomparsa che possiamo controllare...la stessa cosa non si bene quanto consumi un'unità e quanto sia pieno o no un supply wagon, quanto grando prendiamo dall'occupare un villaggo e simili! Oppure le statistiche delle unità vengono mostrate solo al momento del reclutamento!
Minimappa inservibile perchè costantemente zoommata e la si deve aprire in schermata per analizzarla meglio!

-concetti astratti e poco chiariti: esempio l'assedio sarà sollo un'abilità attivata di un comandante (che impedisce spostamenti di armate e personaggi da e verso la città) non qualcosa che qualunque generale sa fare...
oppure non si capisce se esista una differenza tra forza e morale della truppa...il tutto sembra rappresentato da un pallino rosso sull'icona dell'unità

Condividi questa recensione


Link alla recensione
×
×
  • Crea Nuovo...